Francesco Majo

Francesco Majo

Chi sei e di che cosa ti occupi?

Mi chiamo Francesco Majo, sono nato a Gorizia nel 1967, e di professione faccio il fotografo, specializzato in food, lifestyle e viaggi.

Dopo aver studiato fotografia all'Istituto Europeo di Design a Milano, ho incominciato la mia carriera di fotografo proprio nel capoluogo Lombardo e ci sono rimasto per 13 anni. Nel 2003 mi sono trasferito con moglie e figli, allora erano 2, oggi sono 4, a Parigi per iniziare da zero una nuova avventura. Qui non è stato per nulla facile, tanto che ci siamo presi una pausa londinese di un anno tra il 2007 e 2008, poi di nuovo a Parigi. Questo mi ha permesso di aprire nuovi orizzonti e di avere nuovi stimoli.

Attualmente mia moglie, Nataly, anche lei fotografa ed io abbiamo uno studio a Belleville e lavoriamo spesso assieme, ma viaggiamo molto spesso per lavoro tra Parigi, Londra, Milano, New York ed ultimamente Città del Messico.

Siamo rappresentati in tutte queste città.

Recentemente ho vinto il premio del Festival internazionale della foto culinaria 2013.

Quali strumenti usi per il tuo lavoro?

Per il mio lavoro di fotografo di food uso soprattutto una macchina fotografica medio formato Hasselblad H con dorso digitale Phaseone IQ180 da 80MP e flash Speedotron (quando necessario), altrimenti lavoro in daylight, mentre per i viaggi uso ancora la pellicola con una Mamiya 6.

Ma la cosa più importante, al di là della tecnologia, è la continua ricerca personale e di oggetti.

Quale software?

I software che utilizzo maggiormente sono Capture One, Lightroom e Photoshop.

Come miglioreresti quello che usi per lavorare?

Lo strumento ideale non lo ho ancora trovato, purtroppo. Il software perfetto sarebbe un Capture One con le regolazioni di Lightroom. La macchina ideale non esiste ancora anche se credo che la Hasselblad H sia ottima e molto versatile, almeno per l'uso che ne faccio io.

About